Plastic Free July: Perché la plastica è un problema?

E anche quest’anno è arrivato il Plastic Free July

Lo scopo dell’iniziativa è sensibilizzare le persone sulla tematica del’inquinamento derivante dal’uso smodato della plastica e dalla sua cattiva gestione a fine vita.

La plastica è un materiale strabiliante: la sua invenzione risale alla seconda metà dell’ottocento e ha segnato l’inizio di una nuova era.

La plastica è ottenuta principalmente dalla lavorazione del petrolio, dal quale si ottiene un polimero, ovvero un composto chimico ad alto peso molecolare che ha la forma di una lunghissima catena composta da monomeri.
Questo è ciò che sta alla base della rivoluzione.
La plastica andrà via via a sostituire tantissimi materiali negli ambiti più diversificati poiché durevole, molto leggera, robusta, malleabile e facile da fare

Le tecniche odierne di produzione della plastica praticamente non producono scarti talmente sono efficaci.

Ma allora perchè smettere di utilizzare un materiale così innovativo e versatile?

Beh, il suo problema è proprio la sua principale qualità: la durevolezza
Tutta la plastica che sia mai stata prodotta è ancora in circolazione, da qualche parte, nel nostro pianeta. 

Cominciate a capire dove sta l’imbroglio?
La resistenza della plastica la rende al contempo un ottimo materiale e un insidioso nemico perchè è un materiale fatto per durare, non per essere gettato. 

Perchè la maggior parte dei prodotti usa e getta oggi sono in plastica? 

Perché, di nuovo, il suo metodo di produzione è estremamente efficiente ed economico

Inoltre, dal momento che la gestione di questi prodotti al temine della loro vita non spetta al produttore ma al consumatore, i primi non si pongo il problema di come faranno a distruggere un qualcosa che di per sé è praticamente indistruttibile. 

Il Plastic Free July

Adesso che abbiamo visto genericamente qual è il problema della plastica capirete anche il perchè dell’esistenza di così tante iniziative che promuovono una riduzione del suo uso, se non la sua totale eliminazione. 

Plastic free July è questo che propone: provare a vivere un intero mese senza plastica, trovando alternative meno impattanti* per confezionare i nostri alimenti, per trasportare le nostre cose, per bere ecc…

*Una precisazione importante: la vita stessa di un essere umano ha un impatto ambientale. Non esiste nulla che noi facciamo che non abbia un riscontro più o meno negativo sull’ambiente quindi anche alcune delle alternative più famose possono in realtà risultare non così sostenibili (per esempio, sapete quante volte va usata una busta di cotone prima di poterla definire più sostenibile di un sacchetto di plastica?)

Al giorno d’oggi però trovare dei sostituti ad alcuni degli oggetti di uso comune è diventato semplicissimo

Le borse della spesa possono essere sostituite con delle molto più resistenti borse di cotone, che ormai vendono (a volte addirittura regalano) ovunque. 

Per gli spazzolini da denti ci sono due alternativi: quelli in legno, solitamente in bamboo, che una volta usati devono essere compostati, o quelli in bioplastica, ai quali basta sostituire la testina. 

Per l’acqua l’opzione migliore è acquistare una borraccia e riempirla o al rubinetto o, se disponibili, nelle casine dell’acqua o ai distributori. 

Altre sostituzioni, un po’ meno immediate, riguardano l’abbigliamento, le confezioni degli alimenti che compriamo, la cura personale (scrub con micro plastiche, rasoi usa e getta, confezioni del make up).

Insomma, se ci farete caso noterete che ogni angolo della vostra vita è costellato da materiali plastici, alcuni indispensabili, altri meno. 

Se comincerete a farci caso, vi sarà semplice trovare poi delle soluzioni, più o meno fantasiose. La cosa fondamentale è diventare dei consumatori consapevoli, informati e coscienti.

Chi ha scritto questo articolo?

Carlotta Carlini - Laureata in scienze ambientali, ricercatrice, anima razionale della festa. Tra un libro, una lezione di yoga e un gatto, trovo anche il tempo di fare chiarezza, in modo semplice e comprensibile, su tutti gli argomenti (letteralmente) scottanti che riguardano il nostro pianeta.