Giornata internazionale della Montagna

Oggi, 11 Dicembre, è la Giornata Internazione della Montagna, e non posso proprio esimermi dal dire qualcosa.

Vorrei che questo fosse un messaggio per celebrare, per aumentare la consapevolezza e per salvaguardare l’immenso patrimonio montano che possediamo.
Partiamo dai numeri e dalle cose pratiche, tutti noi, bene o male, sappiamo che le nostre montagne sono fondamentali per la sopravvivenza del nostro pianeta.

Il territorio montano è circa un quarto delle terre emerse del pianeta, in Italia ricopre quasi la metà della superficie.
E’ importante dal punto di vista alimentare perché ospita una vasta biodiversità agricola e da quello idrico perché è il più grande serbatoio d’acqua che possediamo.
Nonostante ciò, ad oggi, le montagne sono le più colpite dal cambiamento climatico e dall’inquinamento dell’uomo.
Diciamo la verità, se sei capitato sul mio sito, molto probabilmente c’è un motivo per cui la montagna è importante per te ed è qualcosa di strettamente personale. che conosci solo tu. Quello che ogni volta ci spinge a giustificarci di fronte al “ma chi te lo fa fare?” “ma perché fare tanta fatica quando puoi riposare?” e che è sentimento difficile da spiegare per chi non l’ha mai vissuto.

perchè iniziare a camminare

A tutti noi, che ogni volta che possiamo ci mettiamo su un sentiero, la montagna ha insegnato ad essere forti e allo stesso tempo pazienti, ci ha fatto capire che non abbiamo bisogno di molto per essere felici, tutto quello che ci serve può entrare in uno zaino.
Ci siamo resi conto che ogni volta che ci mettiamo in marcia possiamo spingere le preoccupazioni giù, fin sotto agli scarponi e ritrovarci in cima con il cuore più leggero.
Ci ha insegnato ad ascoltarla, a rispettarla e a non avere fretta.
Ed è questo il modo migliore per salvaguardarla: non avere fretta! Andate piano e  godetevi ogni piccolo regalo che la natura mette sul vostro sentiero ma soprattutto ricordatevi sempre di non lasciare tracce!

TI è PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
SOSTIENICI CON UN CAFFè

Perchè dovresti iniziare a camminare e i “perchè” di questo blog

perchè iniziare a camminare

Oggi ti parlo del perchè noi abbiamo deciso di iniziare a camminare in montagna, di aprire questo blog e del perchè dovresti provarci anche tu.

Partiamo dal principio, perchè abbiamo scelto questo nome?

Spesso, quando si parla di escursionismo o di trekking, le persone si immaginano percorsi di chissà quale alto grado di difficoltà. Abbiamo scelto il verbo to hike perchè significasse semplicemente “camminare“.

Perchè "On Planet Earth"?

A differenza di quanto si possa comunemente pensare questa attività non è esclusiva solo dei luoghi di montagna ma si può praticare ovunque ci sia natura. Che siate al mare, in collina, al lago, in pianura, non fa differenza, l’ambiente si presta sempre ad essere scoperto a piedi!

I percorsi possono essere lunghi o brevi, ripidi o pianeggianti, con diversi gradi di difficoltà ma sono sempre e comunque senza pericoli.

Camminare è un’attività slow e low cost, è adatta a tutti, ognuno la pratica seguendo il ritmo del proprio corpo, c’è chi corre e chi come noi cammina piano piano.

Dalle passeggiate si possono trarre milioni di benefici fisici, anche solo 30 minuti al giorno ci consentono di rimanere in forma e contrastare i malanni di stagione.
Per questo motivo gli esperti consigliano di praticarlo anche d’inverno, quando la temperatura scende.

ma quello che veramente conta è entrare in contatto con la natura, scaricare tutte le ansie e le tensioni di una settimana in città per ricaricarci di un’energia nuova, positiva, che ci mette di buon umore, ci fa sentire stanchi ma soddisfatti, con più appetito e più entusiasmo nei confronti della vita.

Vi abbiamo raccontato brevemente le nostre motivazioni ma non pretendiamo che siano anche le vostre. Il nostro consiglio è solo “PROVATE e anche voi troverete le vostre e quasi sicuramente non potrete più smettere perchè in fondo siamo tutti un po’ HIKERS.

Spero di avervi un po’ incuriosito e se deciderete di provare non esitate a scrivermi un’email per raccontarmi la vostra esperienza!